Il Messaggio del Presidente Napolitano alla XIV Assemblea nazionale dell'AC

Versione stampabileVersione stampabile

XIV Assemblea nazionale dell’Azione Cattolica Italiana
“Vivere la fede, amare la vita”
L’impegno educativo dell’AC
(6/8 maggio 2011 - Roma, Domus Pacis, via di Torre Rossa, 94)
Comunicato n. 8
 
Il Messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
alla XIV Assemblea nazionale dell’Azione Cattolica Italiana
 
«L'Azione Cattolica è divenuta una importante componente del tessuto sociale del Paese»
Egregio Presidente,
la ringrazio per aver informato il Capo dello Stato dello svolgimento della XIV assemblea nazionale di Azione Cattolica, il cui tema «Vivere la fede, amare la vita. L'impegno educativo dell'Ac» riflette nitidamente i principi che furono all'origine del sodalizio e che continuano oggi ad aumentarne il fecondo impegno religioso, umano e civile.
Nell'evolversi della sua identità associativa, l'Azione cattolica è divenuta una importante componente del tessuto sociale del Paese. Grazie anche alla guida illuminata di responsabili illustri - e il pensiero non può non andare alla memoria di Vittorio Bachelet - essa ha saputo rinnovarsi seguendo non soltanto gli indirizzi scaturiti dal Concilio Vaticano II, ma anche i fermenti politici, sociali e culturali che hanno scandito la nostra storia recente.
Nel confermare il senso e lo spirito di un atteggiamento egualmente volto all'educazione e all'approfondimento delle conoscenze senza chiusure pregiudiziali, l'Azione cattolica si rivolge alle sfide che ci attendono con la fiducia e la speranza di chi si propone di perseguire il bene comune e di concorrere alla crescita dell'intera società.
E’ con questi sentimenti che il Presidente della Repubblica formula a lei, agli organismi direttivi dell'associazione, ai delegati e a tutti i partecipanti alle giornate romane ogni fervido augurio di buon lavoro e un caloroso saluto, cui unisco il mio personale.
Donato Marra,

Segretario Generale della Presidenza della Repubblica.